Cosa sono le Soft skill

Soft skill

di Claudio Grumo

@GrumoClaudio

 

Cosa sono e acosa servono

In ambito di ricerca e selezione del personale già da qualche anno, le soft skills nonché chiamate competenze trasversali, hanno preso piede in modo sempre maggiore, diventando il caposaldo per un inserimento idoneo, efficace e performante della figura ricercata in azienda. Il tutto per impattare nel modo più positivo possibile nel processo lavorativo e per evitare dispersioni di tempo, denaro e risorse sbagliando candidato.

Ma cosa sono queste cosiddette Soft Skills? Stiamo parlando, di capacità relazionali e comportamentali, che caratterizzano la nostra persona e indicano il modo in cui ci poniamo rispetto al contesto lavorativo nel quale operiamo o vorremmo operare. Sono quegli attributi personali, i tratti del carattere, i segnali sociali intrinseci e le abilità comunicative necessarie per il successo sul lavoro, ma anche nella vita di tutti i giorni. 
Le competenze trasversali dipendono molto dal background socio-culturale di ognuno di noi e sono sempre propedeutiche ad un’interazione efficace e produttiva sia nel mondo del lavoro sia nella sfera privata.
Oggi più che mai le soft skills hanno sovrastato e preso il sopravvento sulle hard skills ovvero le competenze tecniche.
Le società in ambito HR sono tutte direzionate da anni nel verificare in prima battuta le qualità personali del candidato ancor prima di capirne e/o valutarne le conoscenze puramente tecniche.
Nello specifico ne sono catalogate varie, tra le principali riconosciamo: Comunicazione, Empatia, Creatività, Flessibilità, Pensiero critico, Abilità personali, Responsabilità, Gestione dello stress, Leadership, Lavoro di squadra, Etica del lavoro, Fiducia in se stessi, Pianificazione ed organizzazione, Precisione, Lavorare per obiettivi, Intelligenza emotiva.
Daniel Goleman, psicologo statunitense ha descritto le meraviglie di quest'ultima in vari libri tra cui “Intelligenza emotiva” e “Lavorare con intelligenza emotiva"
Un articolo del WEF, che commenta un’indagine condotta da LinkedIn tra i professionisti delle risorse umane, dice che ‘il termine soft skills difficilmente rende giustizia alla complessa combinazione di capacità che descrive. Sebbene non siano mai state oggetto di MBA e dottorati di ricerca, le soft skills sono ora più importanti che mai. Tanto che l’80% degli intervistati da LinkedIn afferma che sono sempre più importanti per il successo aziendale, e addirittura l’89% ha evidenziato una mancanza di soft skills tra i peggiori dipendenti della propria organizzazione.
Secondo lo Standford Research Institute International, il 75% del successo di un lavoro a lungo termine dipende dalla padronanza delle soft skills e solo il 25% da competenze tecniche. Questo dato ci mostra subito l’importanza di queste abilità trasversali in ambito business.
Diventa sempre più chiaro quindi, che il profilo di un candidato per essere considerato idoneo, deve avere obbligatoriamente le soft skills corrette per il lavoro che deve svolgere. E’ molto più semplice ed efficace trasferire le competenze tecniche quando siano presenti quelle trasversali, piuttosto che andare a scardinare esperienze pregresse che possono risultare dannose all’interno di team per modalità di lavoro differenti.
Le soft skills, dovrebbero quanto più verosimilmente, essere descritte in un CV che si rispett e poi, con strumenti specifici e colloqui strutturati, essere verificate dal selezionatore.
Sphera Group ha gli strumenti idonei ed efficaci di verifica per poter trovare il candidato giusto al momento giusto e limitare al minimo il margine di errore sull’inserimento.

 

TOP