Delusioni e prospettive

di Doctor Who”La competizione è il terrore di tutti i conservatori di destra, di centro e di sinistra. Uno dei tratti fondamentali dell’atteggiamento conservatore è il timore del cambiamento”.
(F. Von Hayek)

L’anno si chiude con l’ennesima delusione. La delusione di un governo tecnico, di un commissario fallimentare che ha fallito la possibilità di “ liberalizzare” di aprire il nostro sistema economico e sociale alla competizione e alla meritocrazia. Lo stesso Governo, similmente ai precedenti, in Europa, invece di utilizzare la leva della minaccia di non pagare il debito, per ottenere un’apertura alla possibilità che la BCE diventi come la FED e l’Europa un po’ simile agli USA, si muove perpetuando in questa politica che sta creando lo strazio dell’economia e sta affossando psicologicamente cittadini, imprese ed interi comparti economici. Col mantra del “pareggio di bilancio” forse tra poco saremo tutti morti, ma a chi importa veramente?! D’altro canto cosa aspettarsi da un governo di 65-70enni che fa parte della generazione che ha depredato tutto il depredabile e si è dimenticata dei figli e dei nipoti?! Che ci ha lasciato montagne di debiti e ha sbagliato quasi tutte le scelte strategiche degli ultimi trenta-quaranta anni?! E il 31 ci propineranno l’ennesima litania dallo scranno più alto delle nostre istituzioni…una lezioncina di un arzillo ultraottantenne… Sono sempre stato contrario alle Rivoluzioni, ma se vogliamo sopravvivere è necessario che la generazione dei trentenni e quarantenni si rimbocchi le maniche e “prenda” coscienza che è arrivato il momento di pensionare i nostri padri e i nostri nonni,senza tentennamenti e senza indugi. Ci avete dato tanto, ma ci avete tolto la speranza. Andate a riposare e godetevi la pensione che non non avremo mai. E’ arrivato il momento di evitare a questa generazione di compiere ulteriori danni e di distruggere fette consistenti del nostro futuro e di quello delle generazioni a venire. Loro sono già morti, sono dei walking dead. Non abbiamo alternative. E se non ne abbiamo voglia, se non abbiamo la forza meglio abbandonare questo paese e tornarci solo per le vacanze….questa è l’ unica prospettiva che ci rimane. Una rivolta generazionale.

TOP