Sphera Group
e' una realtà della consulenza strategica e di direzione

selezione del personale, formazione manageriale e aziendale

selezione del personale, formazione manageriale e aziendale

da diversi anni assiste il management delle aziende di ogni settore

FINANZA E <br> FISCO

FINANZA E
FISCO

I servizi Sphera Group di Consulenza Finanziaria e fiscali

I servizi Sphera Group di Consulenza Finanziaria e fiscali

offrono soluzioni pratiche ed efficaci, tramite un’analisi finanziaria strutturale.

TURNAROUND

TURNAROUND

Velocità di analisi e concretezza:

Velocità di analisi e concretezza:

le due principali capacità per ristrutturare e far ripartire un’attività imprenditoriale.

CONSULENZA DI DIREZIONE

CONSULENZA DI DIREZIONE

“Non andate in cerca di errori, ma di un rimedio.”, Henry Ford.

“Non andate in cerca di errori, ma di un rimedio.”, Henry Ford.

Oltre alla Gestione delle Risorse Umane, elemento fondamentale per la vita e la competitività di ogni azienda, riteniamo indispensabili anche gli altri aspetti dell’attività delle organizzazioni, in nome del concetto di Qualità Totale.

ANALISI ORGANIZZATIVA

ANALISI ORGANIZZATIVA

Progetti di disegno organizzativo finalizzati ad una accurata indagine della struttura organizzativa.

Progetti di disegno organizzativo finalizzati ad una accurata indagine della struttura organizzativa.

L’analisi del potenziale come chiave di lettura decisiva

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

Formazione
Leggi +

Formazione

Progetti formativi finalizzati per organizzazioni aziendali che vogliono rimanere al passo in un mercato in continua evoluzione.

Sphera Libreria
Leggi +

Sphera Libreria

Quello che troverete nelle pagine seguenti sono sostanzialmente indicazioni semplici ma esaustive, un po’ come le caratteristiche che deve avere oggigiorno un negoziatore.

Offerte di Lavoro
Leggi +

Offerte di Lavoro

Permette di consultare svariate offerte con la possibilità di inserire il proprio curriculum vitae

Sphera Group è una delle più dinamiche realtà della consulenza strategica e di direzione.

Selezione del personale, formazione manageriale e aziendale che da diversi anni assiste il management delle aziende di ogni settore nell’identificare e realizzare fattori di vantaggio competitivo concreti e duraturi. Aiutiamo il management e le imprese a generare risultati sostanziali e a valorizzare il patrimonio dell’impresa.

Ai titolari e ai manager di queste aziende offriamo assistenza nella definizione delle proprie strategie,

ma soprattutto nella realizzazione dei cambiamenti organizzativi, operativi, commerciali e tecnologici, richiesti da tali strategie o semplicemente dal proprio contesto di mercato e competitivo..

Per mantenere standard così elevati, Sphera Group

consolida e rinnova la propria cultura attraendo, da sempre, talenti capaci di intuire, di percorrere strade non ancora conosciute e li inserisce in un network fatto di persone di altissimo livello, che dispongono di grandi risorse professionali, fonti esclusive ed esperienze di successo.

Pos obbligatorio: l’aiuto alle banche in nome della legalità

C’è una furbizia cui ricorrono spesso le banche per ottenere dal governo ciò che gli conviene. Lo spacciano come utile per combattere l’evasione fiscale, onde tacitare ogni obiezione. L’ultimo esempio è l’obbligo (o il non obbligo, come vedremo) del cosiddetto Pos per negozi, artigiani ecc. ma pure tutti i professionisti. Dove l’abbreviazione Pos, a rigore point of sale, si riferisce alla macchinetta che permette di ricevere pagamenti tramite carte bancomat, di credito ecc.

Partendo da un decreto legge del 2012 si arriva col DM 24-1-2014 all’imposizione, almeno nell’interpretazione inizialmente prevalente, di dotarsi di tale congegno entro fine giugno. Con le norme più restrittive del mondo per i contanti, tale norma appariva come un mero favore al sistema bancario. Garantirebbe infatti a società a esso collegate centinaia di milioni di fatturato. Euro inutilmente spesi da chi incassa di regola solo con bonifici, come gli studi di architettura, i giornalisti con partita Iva ecc., per non parlare degli attuari i cui clienti sono solo compagnie di assicurazione. Per essi un pos è solo un costo in più di 100-200 euro l’anno, oltre che una seccatura.
Ma prendiamo pure le professioni sanitarie, innegabilmente in odore di evasione fiscale. È una frottola che il pos la freni o addirittura l’impedisca. Basta farsi pagare in contanti senza fattura, magari con uno sconticino per il paziente-cliente, e l’apparecchietto se ne starà lì buono buono, cieco testimone dell’evasione.
Alcuni obietteranno che molti clienti gradirebbero la possibilità di pagare col bancomat il dentista, il ginecologo ecc. Ma sarà ben una loro libera scelta attrezzarsi o meno in tal senso, per fornire un servizio ai clienti!
Tali critiche sono state inizialmente liquidate come complicità con l’evasione fiscale. Si sono però poi via via più intensificate, finché il colpo di grazia è arrivato dal Consiglio Nazionale Forense. La sua circolare n. 10-C-2014 precisa, infatti, che “nessuna sanzione è prevista in caso di rifiuto di accettare il pagamento tramite carta di debito”. Ovvero, si può tranquillamente fare a meno di prenderlo.
Si può essere contenti che alle banche sia andata buca. Ma non promette bene per l’Italia che ancora una volta la conclusione sia stata: “Contrordine, cittadini, avevamo scherzato“.

Tratto da Il Fatto Quotidiano

TOP